Consigli Cultura Travel

Musei e arte gratis a New York

street art chelsea new york

La Big Apple è una fonte inesauribile di creatività e ospita alcuni dei migliori musei al mondo. Ma fare incetta di cultura può essere davvero costoso. Ecco come fare per vedere arte gratis a New York.

Per chiunque ami l’arte, New York è una specie di paese dei balocchi. Qui si trovano alcuni dei musei più famosi al mondo e le gallerie più interessanti e innovative.

Come se non bastasse, la città è una fucina inesauribile di creatività. Se ne respira a pieni polmoni un po’ ovunque ed è per questo che molti degli artisti del momento si stabiliscono qui, o si lasciano ispirare dal carisma metropolitano e dagli infiniti stimoli che offre la Big Apple.

Un po’ come ha fatto, nel 2013, Banksy – lo street artist degli street artist – trasformando i muri della città nella sua tela e regalando – con un progetto elaborato nell’arco di un mese, da Manhattan al Queens – decine di capolavori ai newyorkesi, ma soprattutto alla città stessa, un organismo “vivo” e in continua evoluzione che è molto più di un semplice agglomerato di strade e grattacieli.

 

metropolitan museum ingresso gratis

Metropolitan Museum, American Wing

 

Chiunque ami l’arte e New York sa, però, che è tutt’altro che facile fare incetta di cultura senza svenarsi e, spesso, soddisfare la propria sete di cultura diventa un’impresa davvero onerosa.

Tanto per cominciare, i musei sono molto più cari di quanto siamo abituati in Europa. Un ingresso per adulti al Moma o al Guggenheim costa ben 25 dollari, solo per citare due dei più prestigiosi luoghi d’arte della Grande Mela.

E’ vero che, come direbbe qualcuno, la bellezza non ha prezzo. Ma con prezzi così alti, e per di più in una città dove la vita non è di certo a buon mercato, il rischio è di  dover fare delle scelte dolorose, saltare qualcosa e tornare a casa con più di un rimpianto.

Come fare, quindi, a godersi tutta l’ebrezza artistica di New York senza restare in mutande?

 

art gallery new york

Galleria di arte antica a Chelsea

 

Un aiuto lo offrono i numerosi pass con pacchetti scontati per le principali attrazioni. La loro utilità varia molto in base alle esigenze: la formula e le attrazioni incluse nel pacchetto, infatti, possono essere molto diverse tra loro, quindi conviene informarsi bene prima di acquistarne uno. I più diffusi sono New York City Pass, New York Pass e New York Explorer Pass. Per una guida alle differenze, leggete questo articolo.

Questi pacchetti possono essere utili ma di certo non ci permettono di pronunciare quella parolina magica che ci piace tanto: gratis! Seguendo, invece, qualche dritta e organizzandosi bene è davvero possibile visitare moltissimi luoghi d’arte di New York spendendo assolutamente zero, o quasi.

Insomma, la Grande Mela sarà anche una delle città più costose al mondo ma, con spirito tutto americano, si dimostra democratica e per chi fa lo sforzo di informarsi e ingegnarsi un po’, le opportunità da cogliere sono davvero tante.

 

moma ingresso gratis

Un quadro di Pollock al Moma

 

MUSEI GRATIS A NEW YORK

Partiamo quindi con i costosissimi musei. E’ possibile evitare di pagare 20 o 25 dollari senza sgattaiolare sotto ai tornelli rincorsi da una guardia o senza travestirsi da mummia fingendo di essere una delle nuove acquisizioni del Metropolitan?

Assolutamente sì, basta puntare tutto sul calendario. In certi giorni e fasce orarie molti dei principali musei della città sono completamente gratis.

In altri casi, adottano la formula del “pay what you wish”, vale a dire “offerta libera”. Il che significa che si può entrare liberamente pagando ciò che ritieni giusto o ciò che il tuo portafogli ti consente; se lo ritieni, quindi, puoi anche versare zero.

Vediamo come risparmiare ben 119 dollari e vedere cinque dei principali musei di New York gratis o quasi.

 

moma new york free admission

Vista da una sala del Moma di New York

 

MOMA. Non c’è dubbio: per tutti gli appassionati d’arte in viaggio a New York, il Museum of Modern Art è la Mecca. Il Moma è free ogni venerdì dalle 16 alle 20 (l’ingresso normale è di 25 dollari). Se fosse per me, ci passerei intere giornate, altro che quattro ore, ma sicuramente è un’ottima opportunità per concedersi un assaggio della sua collezione eccezionale. Scaricate sullo smartphone l’utilissima app gratuita del Moma con guida digitale alle opere e riservate un po’ di tempo al bellissimo Sculpture Garden, dove potete riposare su una panchina tra opere di Calder, Picasso, Maillol, Matisse…

METROPOLITAN MUSEUM. In pochi lo sanno perché le informazioni all’ingresso non sono chiarissime, ma il Met adotta tutti i giorni il principio del “pay what you wish”. Ben più evidente alle casse è il prezzo consigliato di 25 dollari, ma non lasciatevi ingannare: se volete, potete entrare lasciando l’offerta che desiderate. Tra templi egizi ricollocati nel bel mezzo dell’Upper East Side, statue greche, armature medievali e capolavori di maestri come Caravaggio, Monet e Cézanne, molti turisti dimenticano di salire fino al Rooftop Martini Bar per una pausa; un drink con vista su Central Park dalla terrazza del Met è un’esperienza da vero newyorkese.

 

guggenheim new york free admission

Museo Guggenheim

 

SOLOMON R. GUGGENHEIM MUSEUM. L’edificio del Guggenheim sulla Fifth Avenue, progettato da Frank Llloyd Wright, è di per sé un’opera d’arte da non perdere in un viaggio a New York. Per visitare la collezione di arte americana ed europea del ‘900 e le mostre temporanee senza pagare il biglietto da 25 dollari, basta venire il sabato. Dalle 17.45 alle 19.45 si entra con offerta libera.

FRICK COLLECTION. Restiamo sulla Fifth Avenue, nel cosiddetto Museum Mile, dove troviamo anche la Frick Collection, che espone opere di Piero della Francesca, Tiziano, Vermeer, Rembrandt e altri grandi maestri, principalmente dal ‘400 al ‘600. Si entra gratis il primo venerdì del mese dalle 18 alle 21. Negli altri giorni l’ingresso è di 22 dollari.

WHITNEY MUSEUM. Ci sono almeno due buoni motivi per visitare il Whitney Museum: perché offre una panoramica completa della storia dell’arte statunitense, con opere di Hopper, Calder, Pollock etc., e per la nuova sede progettata da Renzo Piano nel Meatpacking District. Un terzo motivo? Il venerdì sera dalle 19 alle 22 è “pay what you wish”; altrimenti si pagano 22 dollari.

 

gagosian art gallery new york

Gagosian Gallery, Chelsea

 

LE GALLERIE DI CHELSEA

I grandi musei non sono l’unico modo per fare il pieno di arte e cultura gratis a New York. La Grande Mela ospita la più alta concentrazione di gallerie d’arte prestigiose al mondo. E anche se non riuscite a comprare nulla, potete entrare liberamente a “dare un’occhiatina”… Le gallerie d’arte newyorkesi, infatti, sono quasi sempre aperte al pubblico e accolgono i visitatori appassionati d’arte, che possono osservare liberamente le opere in esposizione per tutto il tempo che vogliono.

Le migliori gallerie d’arte contemporanea sono tutte nel quartiere di Chelsea. Per quanto mi riguarda, uno dei pomeriggi più belli che si possano passare è saltando dentro e fuori dalle gallerie d’arte tra la 20th Street e la 30th Street per vedere gli ultimi arrivi e le nuove esposizioni. Chi ama l’arte contemporanea mi capirà. Qualche tappa d’obbligo: Gladstone Gallery, Matthew Marks, le maxi-installazioni della Gagosian, Jim Kempner Fine Art e Paula Cooper Gallery.

 

jim kempner gallery chelsea new york

Jim Kempner Gallery, Chelsea

 

 

ARTE SULLA HIGH LINE

A pochi passi dalle gallerie di Chelsea, troviamo uno dei più sorprendenti esempi di rigenerazione urbana che New York abbia sperimentato negli ultimi decenni. La High Line è una striscia verde di due chilometri, ricavata da una vecchia ferrovia sopraelevata che corre tra i palazzi di Chelsea, fino al Village.

E’ una bellissima passeggiata, ma anche un’ottima occasione per vedere un po’ di arte di alto livello gratis. La High Line, infatti, è punteggiata di opere d’arte all’aperto, a disposizione degli appassionati d’arte squattrinati. L’ingresso al parco è gratuito (gli orari variano in base alla stagione) e si può partecipare a uno dei tour guidati tra le opere d’arte del parco organizzati dall’ente Friends of The High Line.

 

high line murales

High Line

 

STREET ART

E per finire… cosa c’è di “più gratis” dei graffiti sparsi per la città, a disposizione di tutti senza biglietto né coda alla cassa? New York è una delle capitali indiscusse della street arte e, anche se a Manhattan le politiche restrittive della città hanno limitato molto la libertà degli artisti, altri quartieri hanno adottato i graffitari e sono diventati una meta prediletta per gli appassionati di questo genere, ormai riconosciuto universalmente dalla critica d’arte.

 

basquiat warhol murales williamsburg

Murales a Williamsburg, Brooklyn

 

Bushwick, prima di tutto, e Williamsburg, entrambi quartieri di Brooklyn, sono le zone più vivaci per la creatività di strada. Il sito Brooklyn Street Art è un ottimo punto di partenza per orientarsi tra le tante opere che spuntano di tanto in tanto sui muri di Brooklyn e scovare le più interessanti.

Ricordate, però, che i graffiti sono una forma d’arte il più delle volte effimera e ciò che si può vedere oggi, potrebbe non esserci domani. Ne è un esempio Bushwick Collective, il festival artistico che ogni anno sguinzaglia centinaia di street artist da tutto il mondo per dipingere o ridipingere i muri del quartiere.

Dei murales di Bushwick parlo in questo post.

Per un tour guidato dei graffiti di Bushwick e Williamsburg ci sono Free Tours by FootStreet Art Walk.

 

jeff koons new york

Balloon Flower di Jeff Koons, 7 World Trade Center

 

Siamo arrivati alla fine di questa piccola guida tra i principali modi per vedere arte gratis a New York e portarsi, quindi, a casa un po’ di quello spirito creativo che ci piace tanto della Grande Mela. Ma la cosa più importante da ricordare è che la città è essa stessa una galleria d’arte a cielo aperto in continua trasformazione.

Tenete gli occhi aperti quando camminate tra i grattacieli di Midtown o i condomini di Soho, sbagliate strada ogni tanto, cercate i dettagli nascosti. Dietro l’angolo, New York ha in serbo qualche sorpresa per voi.

 

photo credits: ©SerenaMarchini

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    New York d'estate. Qualche consiglio fuori dagli schemi - Don't Think Just Go
    agosto 4, 2017 at 6:47 pm

    […] Un altro bellissimo bar con vista – questa volta su Central Park – si trova sul tetto del Metropolitan Museum (ne parlo qui). […]

  • Reply
    Street art a Bushwick, il quartiere più creativo di Brooklyn - Don't Think Just Go
    agosto 10, 2017 at 8:37 pm

    […] Per gli amanti dell’arte “risparmiatori”, ho scritto di street art e di altri modi per vedere l’arte a New York senza spendere un dollaro in questo po…. […]