Travel

Magia sul Tamigi: le favole ambientate a Londra

favole ambientate a londra

Varie città nel mondo hanno ispirato innumerevoli fiabe, racconti d’avventura e storie per ragazzi, ma mai tante quante le favole ambientate a Londra. Seguiamo le orme di Peter Pan, Harry Potter, Mary Poppins e gli altri tra il Big Ben e Camden Town.

Chi non ha mai sognato di farsi spolverare le spalle con la polvere magica di Campanellino, balzare fuori dalla finestra di casa Darling e spiccare il volo, guardare il Tamigi dall’alto volteggiando attorno al Big Ben? Io sì, molte volte.

Da bambina Peter Pan era la mia fiaba preferita e probabilmente ha contribuito ad accendere in me, fin da piccolissima, infinite fantasie sulla città di Londra e circondarla, nel mio immaginario, di un’aura magica.

Crescendo ho raggiunto quell’eta in cui, ahimè, non si crede più a fate, maghi e isole sconosciute. Tuttavia, la capitale britannica ha continuato a rappresentare l’idea di un posto dove tutto può accadere. L’ho visitata per la prima volta a 16 anni ed è stato amore a prima vista. Era quasi Natale, le strade brillavano di luci e colori… Quella era proprio la città di Peter Pan! Al tempo pensai che ci doveva  essere qualcosa di molto particolare nell’aria di Londra. E di questo sono ancora convinta.

Dovevano esserne persuasi anche i numerosissimi autori che hanno scritto favole ambientate a Londra. Molte città hanno ispirato romanzi, racconti e persino poesie, ma a mio avviso nessuna come Londra è stata in grado di accendere così tanto la fantasia degli autori e ispirare un tale numero storie meravigliose, che in molti casi sono diventati veri e propri classici della letteratura.

Ho pensato, quindi, di raccogliere le più belle avventure per ragazzi e favole ambientate a Londra, indicando i luoghi-simbolo che le hanno ispirate, dove possiamo “andare a trovare” i personaggi che abbiamo amato di più nella nostra infanzia.

Pronti a rintracciare maghetti, animali parlanti, strambe bambinaie e bimbi mai cresciuti?

Partiamo, naturalmente, con la mia fiaba preferita.

 

PETER PAN

favole ambientate a londra peter pan

Pensi alle favole ambientate a Londra e non puoi non citare Peter Pan. Forse, però, non tutti sanno che chi creò il bambino che si rifiutava di crescere ebbe una vita tutt’altro che lieta. L’esistenza di J.M. Barrie fu accompagnata da una serie di terribili lutti, tanto che lo scrittore fu addirittura accusato da molti contemporanei di portare sfortuna.

La prima tragedia, che lo segnò profondamente, fu la morte del fratello tredicenne David. La madre, devastata dal dolore, si consolava pensando che così David sarebbe per sempre rimasto giovane e, naturalmente, tutto questo ebbe una larga parte nella genesi del personaggio di Peter Pan.

Anche se i libri non riportano l’ubicazione esatta, è certo che la casa di Wendy, John e Michael fosse nel quartiere di Bloomsbury, accanto ai Kensington Gardens, più volte citati nella storia e che ora ospitano una statua dedicata a Peter.

Lo stesso J.M. Barrie abitava in questa zona, al 101 di Bayswater Road, mentre poco lontano (a Campden Hill Square) vivevano Arthur e Sylvia Llewelyn Davies insieme ai loro cinque figli, ai quali lo scrittore era affezionatissimo, tanto che ne divenne il tutore dopo la morte prematura dei genitori. Anche i piccoli Davies ebbero un ruolo fondamentale nell’ispirare le storie dell’Isola che non c’è.

 

MARY POPPINS

favole ambientate a londra mary poppins

Il numero 17 di Viale dei Ciliegi non esiste. Per cui se volete scovare Mary Poppins e sperare di farvi accudire dalla tata più sorprendente di tutti i tempi, dovrete cercare altrove.

La casa dove si svolgono le vicende di un’altra delle favole ambientate a Londra più amate in assoluto è probabilmente collocata vicino a Regent’s Park, ma l’autrice Pamela Travers – un eccentrico personaggio arrivato a diciassette anni dall’Australia con, si dice, solo dieci sterline in tasca – non fornisce informazioni precise sulla sua ubicazione.

Altri luoghi-simbolo delle avventure della famiglia Banks e della loro tata, però, sono facilmente rintracciabili e raggiungibili anche oggi. La Bank of England è identificabile con il posto di lavoro di Mr. Banks.

La casa del pazzo Ammiraglio Boom con tanto di cannone posizionato sul tetto, invece, è ispirata all’Admiral’s House in Admiral’s Walk a Hempstead Heath. Nel 1791 la casa fu adattata su tema nautico dall’allora proprietario, il Luogotenente Fountain North, che amava sparare una cannonata dal tetto della sua dimora per festeggiare i compleanni della famiglia reale.

 

PADDINGTON

favole ambientate a londra paddington

Forse è la più londinese delle favole ambientate a Londra, perché tra le varie storie che compongono i libri a lui dedicati, il simpatico orsetto Paddington visita moltissimi luoghi della capitale del Regno Unito.

Ma tutto parte, naturalmente, da Paddington Station, la stazione ferroviaria dalla quale il cucciolo  orfano prende il nome e dove incontra quella che diventerà la sua famiglia adottiva. L’autore Michael Bond affermò di essersi ispirato ai suoi ricordi di bambino durante la seconda guerra mondiale, quando vedeva spesso i bimbi evacuati da Londra affollare la stazione, muniti solamente di una piccola valigia e di un cartello attorno al collo.

L’altra metà del personaggio gli fu ispirato da un orsacchiotto di peluche che acquistò da Selfridge’s in Oxford Street, nel 1956.

Come dicevamo, le avventure di Paddington sono piene di riferimenti a Londra: l’immaginario negozio di antichità di Mr. Gruber è a Portobello Road, Notting Hill, mentre l’orsetto e la sua famiglia visitano, solo per citarne alcuni, Hyde Park, Oxford Street, l’abbazia di Westminster e persino Buckingham Palace.

Oggi al binario 1 stazione di Paddington si può incontrare la statua dell’orso più londinese di tutti i tempi.

 

WINNIE THE POOH

favole ambientate a londra winnie pooh

Parliamo ancora di orsi, ma questa volta seguiamo le tracce di Winnie the Pooh.  I luoghi della città legati a una delle storie per l’infanzia più popolari di sempre (non solo tra le favole ambientate a Londra) non sono molti, ma uno è davvero determinante per la nascita dell’orsetto goloso di miele.

Si tratta del London Zoo all’interno del Regent’s Park, Camden Town. Lo scrittore A. A. Milne ebbe qui la folgorazione che lo portò a creare uno dei personaggi che hanno accompagnato l’infanzia di milioni di bambini in tutto il mondo.

Milne portò la famiglia allo zoo ed ebbe, quindi, modo di conoscere Winnipeg, un simpatico orso bruno proveniente dal Canada, che subito attirò l’attenzione di suo figlio Christopher Robin e rappresentò, quindi, il primo incontro tra Cristopher e Winnie.

 

HARRY POTTER

favole ambientate a londra harry potter

J.K. Rowling ha reso la stazione di King’s Cross uno dei luoghi più visitati di Londra, tanto che è stato addirittura installato un cartello che indica il mitico binario nove e tre quarti per consentire agli appassionati delle storie di Harry Potter di immaginare ancora meglio i treni in partenza per Hogwarts.

Nei libri della Rowling ci sono numerosi riferimenti a Londra, alcuni molto precisi, altri solo accennati. Anche Harry Potter ha un legame con lo zoo di Regent’s Park (quello di Winnie the Pooh) nel volume Harry Potter e la pietra filosofale. E’ qui che il giovane mago scopre di essere in grado di parlare con i serpenti.

Un’altra incursione londinese di Harry e amici si segnala a Tottenham Court Road, quando Harry, Ron ed Hermione fuggono dal matrimonio di Fleur e Bill. Mentre la mitica Diagon Alley potrebbe essere stata ispirata da Cecil Court, vicino a Leicester Square.

Chi vuole immergersi nell’atmosfera di Hogwarts può visitare gli studi Warner Bros dove sono stati girati i film e camminare tra le scenografie originali. Si trovano poco fuori Londra, a circa 30 minuti in bus dalla stazione di Euston.

 

PETER CONIGLIO

favole ambientate a londra peter coniglio

Il coniglio Peter e gli altri deliziosi animaletti partoriti dalla fantasia della scrittrice e illustratrice londinese Beatrix Potter trassero forma dai pupazzetti che la tata di Beatrix le regalava da bambina e che, quindi, si trovavano nella sua casa al numero 2 di Bolton Gardens a Kensington.

Oggi al posto di casa Potter si trova una scuola elementare che riporta una targa dedicata alla famosa autrice. Ma a Londra restano altri luoghi che ispirarono le creazioni di Beatrix, come il Victoria and Albert Museum (allora South Kensington Museum) dove “copiò” uno degli abiti-icona per uno dei suoi personaggi, il Natural History Museum in cui passava il tempo a disegnare gli animali esposti, o addirittura il cimitero di Brompton, nel quale pare che amasse passeggiare per “rubare” i nomi dei suoi personaggi da alcune delle lapidi.

Una volta sposata, la Potter lasciò Londra e si trasferì nel Lake District.

 

IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI

favole ambientate a londra

Lo dice il titolo: la location di questo celeberrimo libro d’avventura di Jules Verne, che ha fatto sognare  milioni di ragazzi, non può essere di certo limitata a una sola città. Ma Londra ha, comunque, un ruolo fondamentale perché è da qui – e più precisamente dal Reform Club – che partono le avventure di Phileas Fogg.

Il Reform Club è un elegantissimo club per soli signori, ancora attivo e situato in un prestigioso edificio di Pall Mall, nel cuore di Londra. Fogg, che era un membro del club, fa una scommessa con un collega e da qui parte la sua incredibile avventura.

In città si trovano anche un bar e una taverna (a Mayfair e Covent Garden), che nulla hanno a che fare con il libro di Verne, ma che sono interamente ispirati alle avventure di Mr. Fogg.

 

I LIBRI DI EDITH NESBIT

favole ambientate a londra

Titoli come The Railway Children (I bambini della ferrovia) o Five children and It sono poco conosciuti in Italia, ma rappresentano dei veri e propri classici della letteratura britannica per l’infanzia e rientrano, quindi, a pieno titolo tra le più importanti favole ambientate a Londra.

L’autrice Edith Nesbit scrisse più di 60 libri per ragazzi tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 e molti di questi riportano luoghi londinesi. Inoltre, un sentiero di Grove Park è stato intitolato Railway Children Walk per commemorare l’area da dove partivano le avventure dei ragazzi del libro.

 

LA CARICA DEI 101

favole ambientate a londra la carica dei 101

Gli scatenati dalmata protagonisti dell’amatissimo libro di Dodie Smith sono molto più reali di quanto si potrebbe pensare. L’autrice viveva a Londra e possedeva un cane dalmata di nome Pongo, che ebbe effettivamente numerosi cuccioli, seppure non – ovviamente – 101…

La Smith portava spesso il suo cane a passeggio a Regent’s Park vicino a Primrose Hill, proprio dove avviene l’incontro tra Pongo e l’amata Peggy. Seppure la posizione della casa dei protagonisti (i Dearlys) non sia definita esattamente, la stessa autrice afferma in più di un’occasione che si troverebbe sull’Outer Circle, la strada che circonda Regent’s Park. La stessa Smith viveva non lontano da qui, a Dorset Square.

E proprio una sua vicina di casa avrebbe ispirato il personaggio di Crudelia Demon: si tratterebbe dell’attrice americana Tallulah Bankhead, che era solita sfrecciare per le vie di Londra su una Bentley.

 

IL CANTO DI NATALE

favole ambientate a londra christmas carol

Il capolavoro di Charles Dickens è interamente ambientato a Londra, ma non molti dei suoi luoghi sono chiaramente riconoscibili in quelli della città reale. Non è, quindi, facile immaginare dove si trovassero il negozio di Scrooge o la taverna deprimente dove consuma i suoi pasti in cocciuta solitudine.

Sappiamo, però, che la casa del bistrattato commesso di Scrooge e del suo figlioletto malato Tim era a Camden Town che, lungi dal diventare il quartiere trendy e creativo di oggi, a metà dell’800 era una delle zone più povere e malsane della città.

Inoltre, Dickens cita il Royal Exchange (la vecchia Borsa) dove Scrooge incontra il Fantasma del Natale Futuro. Di questo edificio e di altre tappe all’interno di un itinerario nella City di Londra parlo qui.

 

 

Abbiamo ripercorso le più amate favole ambientate a Londra e i luoghi reali in cui si svolgono. Sono certa che la prossima volta che visiterete questa città non potrete fare a meno di immaginare Mary Poppins fluttuare nell’aria con il suo ombrello, in attesa “che cambi il vento”.

Qual era la vostra favola preferita quando eravate bambini?

Leggendo un libro vi è mai capitato di innamorarvi di un luogo, pur non avendolo mai visto? E qual è stata, poi, l’impressione visitandolo nella realtà?

 

 

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Eleonora - Avventure Ovunque
    dicembre 26, 2017 at 7:34 pm

    Davvero carina la tua idea di raccogliere le favole ambientate a Londra!
    Tra tutte io personalmente amo tantissimo Harry Potter, con cui sono cresciuta, ma anche Mary Poppins, che credo di aver visto almeno 3 miliardi di volte!

  • Leave a Reply